Jesse Owens. L’uomo che sconfisse Hitler

Jesse Owens. L'uomo che sconfisse Hitler

Berlino, 1936.
Nelle Olimpiadi che dovevano esaltare la supremazia della Germania nazista, Jesse Owens – figlio di mezzadri dell’Alabama e discendente di schiavi – riuscì a vincere ben quattro medaglie d’oro, umiliando Adolf Hitler e stabilendo un record che sarebbe rimasto imbattuto per cinquant’anni.
Ma questa sua “autobiografia spirituale” è molto più di una rassegna di vittorie e sconfitte: l’infanzia poverissima, l’ascesa nell’olimpo dell’atletica, le difficoltà dopo il trionfo, la lotta per ritrovare la fede.
È la storia di un uomo divenuto simbolo immortale di libertà e coraggio.

Jesse Owens. L’uomo che sconfisse Hitler
di Jesse Owens (Autore), A. Roveda (Traduttore)
Copertina flessibile: 138 pagine
Editore: Piano B (26 settembre 2019)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8899271941
ISBN-13: 978-8899271947
Peso di spedizione: 118 g

James Cleveland Owens, detto Jesse (Oakville, 12 settembre 1913 – Tucson, 31 marzo 1980), è stato un velocista e lunghista statunitense, noto per la sua partecipazione ai Giochi olimpici di Berlino 1936, dove vinse quattro medaglie d’oro e fu la stella dei Giochi.

Jesse Owens. L'uomo che sconfisse Hitler