Il giardino delle piante - Bando Radicepura Garden Festival per under 36

Il giardino delle piante – Bando Radicepura Garden Festival per under 36

Radicepura Garden Festival annuncia il bando per partecipare alla quarta edizione della Biennale dedicata al garden design, che avrà per tema “Il giardino delle piante”, da un’idea di Antonio Perazzi, direttore artistico della manifestazione.

A stimolare la riflessione intorno a questo tema, con il proprio contributo, non poteva essere che Paolo Pejrone, che realizzerà per il festival un giardino. L’architetto paesaggista è da sempre promotore e fautore di un giardino “disordinato” capace di crescere forte, in modo autonomo e spontaneo, luogo di rispetto e cura, nonché ospitale come ben raccontato in “Un giardino semplice. Storie di felici accoglienze e armoniose convivenze” (Einaudi).

“Quando parliamo di giardino si parla di un’entità viva, crescente, che muta velocemente, non c’è niente di peggio, infatti, di un giardino immobile. Siamo stati abituati ad uno stereotipo borghese che ci ha accompagnati per quasi due secoli, il giardino all’inglese, con spazi organizzati, ma liberi… Siamo cresciuti con questa idea di verde che, tuttavia, costa in termini di sacrifici che chiediamo al prossimo, ” commenta Paolo Pejrone. “Dobbiamo fare attenzione alle risorse, il giardino deve essere un piccolo esempio di ecologia casereccia; il pratino all’inglese è un atto di egoismo perché dannoso in termini di acqua consumata, di trattamenti necessari, di ore di tosatura. Lasciamo che i giardini crescano all’italiana… usiamo piante della macchia mediterranea, nel giardino non si può andare contro la natura dei luoghi.”

“Il tema che quest’anno proponiamo pone l’attenzione sull’elemento botanico: non più corollario né semplice decorazione, ma punto di partenza e ispirazione professionale. I progettisti, indipendentemente dalla loro formazione, saranno chiamati a cimentarsi con una botanica per paesaggisti, progetti ben declinati ed eleganti, che sappiano dimostrare i benefici di un giardino artistico di qualità, moderno, funzionale, poetico e sereno. Si intende così favorire il dibattito intorno a un diverso stile di giardino in grado di promuovere una consapevole appartenenza al mondo naturale, giardini in cui si metta in atto quotidianamente un rapporto sincero con le piante, ” conclude Antonio Perazzi, direttore artistico del Festival.

Con questo spirito, Radicepura Garden Festival lancia il bando 2023, invitando studenti, architetti del paesaggio, agronomi, garden designer, botanici, vivaisti, urbanisti, ingegneri, artisti, studenti, curatori e tutti coloro che abbiano le competenze per progettare e realizzare un giardino, a partecipare alla quarta edizione del Festival che esplorerà il tema “Il giardino delle piante”.

I giardini dovranno essere una celebrazione della biodiversità, del paesaggio naturale e del paesaggio antropico mediterraneo. I giardini devono essere innovativi, attraenti, fruibili, catturare l’attenzione dei visitatori e illustrare in maniera chiara la loro idea progettuale e il loro messaggio. Il Festival incoraggia l’interazione con il pubblico, un approccio innovativo con nuove idee che supportino e sviluppino una positiva relazione tra la gente, la loro cultura e l’ambiente naturale dove vivono. La diversità delle zone climatiche del Mediterraneo e le complesse vicende culturali del territorio offrono un ampio raggio di idee creative.

Il Festival resterà aperto per un periodo di sei mesi e, pertanto, sarà necessario considerare l’evoluzione del giardino durante tale periodo, riducendo al minimo le richieste di manutenzione. Alla conclusione dell’edizione, il giardino che si sarà evoluto meglio nell’arco dei sei mesi della manifestazione riceverà il Premio Gardenia, uno speciale riconoscimento del magazine di giardini.

Il bando è aperto agli under 36 – singoli professionisti o team di architetti emergenti – per la realizzazione di 6 giardini che affrontino il tema proposto. È previsto anche 1 giardino riservato alla categoria over 36.

I giardini verranno realizzati a Radicepura, il parco botanico in provincia di Catania, a Giarre – tra l’Etna e il mar Ionio – in stretta comunicazione con gli altri giardini progettati da paesaggisti di fama internazionale ed opere d’arte. I garden designer avranno la possibilità di esprimere la loro creatività, avvalendosi delle piante più originali coltivate nel vivaio Piante Faro, che raccoglie più di 3000 diverse specie di piante tropicali, grasse, aromatiche, alberi mediterranei e agrumi.
La partecipazione al concorso è gratuita e i 7 progetti selezionati dalla giuria avranno a disposizione un budget di 10.000 euro tra fornitura di piante e materiali di realizzazione.

In una prima fase i progettisti saranno invitati ad aderire al bando con un’idea che sia abbastanza convincente da permettere l’accesso a una selezione, da cui verrà selezionata una short-list di partecipanti, che verranno invitati a produrre un progetto dettagliato per un’area specifica che gli verrà assegnata. Tra questi avverrà la selezione finale dei 7 vincitori che saranno chiamati a realizzare il loro giardino nel parco della Biennale di Radicepura, dove i progetti rimarranno in mostra per tutta la durata del Festival. La lista dei 7 giardini vincitori sarà comunicata agli interessati entro il 27 gennaio 2023.

Le candidature per la Fase 1 saranno accettate fino al 14 novembre 2022.
Per partecipare, scaricare il bando dal sito radicepurafestival.com

Botanica SrL
Strada 17, 19, Fraz. di S. Leonardello – Giarre (CT)
095 778 0562

Informazioni
095 964154;festival@radicepurafestival.com; radicepurafestival.com

Data

14 Nov 2022

Ora

All Day

Luogo

ONLINE
Categoria