Francesca Diotallevi si aggiudica la prima edizione del Premio Comisso under 35 - Rotary Club Treviso

Francesca Diotallevi si aggiudica la prima edizione del Premio Comisso under 35 – Rotary Club Treviso

Ordinanza Ministero della Salute

“Dai tuoi occhi solamente” di Francesca Diotallevi (editore Neri Pozza) è l’opera vincitrice del Premio Comisso under 35 – Rotary Club Treviso, promosso quest’anno dal Rotary Club Treviso insieme all’Associazione Amici di Giovanni Comisso e riservato agli scrittori con meno di 35 anni di età.
La proclamazione è avvenuta sabato 1 giugno a Montebelluna, al Teatro Binotto presso il MeVe Memoriale Veneto, nell’ambito dell’incontro di selezione delle terne finaliste del 38° Premio letterario Giovanni Comisso “Regione del Veneto – Città di Treviso, dopo la selezione tra le 16 opere in concorso compiuta da una giuria composta da componenti della Giuria Tecnica dello stesso Premio Comisso e da rappresentanti del Rotay Club.
Segnalate altre tre opere meritevoli di attenzione: “La straniera” di Claudia Durastanti (La Nave di Teseo), “Elena di Sparta” di Loreta Minutilli (Baldini+Castoldi) e “Isola di Neve“, di Valentina D’Urbano (Longanesi).

La motivazione della Giuria

“Dai tuoi occhi solamente” vince la prima edizione del Premio Comisso Under 35-Rotary Treviso 2019 per averci fatto conoscere la storia di Vivian Maier, fotografa-bambinaia, schiva e solitaria al punto di avere scattato migliaia di fotografie senza averle mai sviluppate solo per riempire un vuoto di amore senza fine, per reprimere il dolore di una famiglia assente: un padre sconosciuto, una madre furiosa.
L’americana Vivian, armata della sua Rolleiflex, aveva stipato tutti gli spazi della sua vita, le stanze dove aveva abitato, con quintali di carta di giornale e altrettanti rullini contenenti le storie dei suoi scatti casuali.
Morta sconosciuta e povera nel 2009, è stata scoperta per caso nel 2007 da John Maloof, che nel ricercare documenti iconografici sulla vecchia Chicago si era occasionalmente imbattuto negli scatoloni con il materiale fotografico della Maier.
New York, Chicago e Los Angeles prendono vita attraverso i suoi scatti.
E’ nata un’artista, la prima street artist, che si scopre al mondo solo dopo la sua morte rivoluzionando la storia della fotografia.
Un romanzo controtempo, di emancipazione e dolore, di fallimento e mistero, di riservata ricerca di un’identità attraverso il linguaggio artistico, Dai tuoi occhi solamente ha il pregio di una scrittura chiara, nitida, senza inciampi che ha saputo raccontare come la passione possa divenire difesa e salvezza alla difficoltà del vivere.

Articolo realizzato a cura di Redazione Cultura

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages