Il costo di una buona educazione. Il pensiero rivoluzionario di Alice Miller sulle origini della violenza

Il costo di una buona educazione. Il pensiero rivoluzionario di Alice Miller sulle origini della violenza

Una piece teatrale dedicata al lavoro di Alice Miller per uno sviluppo sano di un individuo e di una società.
Una meravigliosa storia di risveglio personale attraverso l’espressione creativa.
Un invito ad aprire gli occhi per costruire una società basata sull’ascolto.

Lo spettacolo si snoda attraverso un dialogo introspettivo tra la protagonista, Alice Miller, e il pubblico, chiamato a partecipare come un amico, un confidente, un essere umano con cui condividere le grandi domande che ci pone la vita, attraverso paure, scelte, scoperte, dolore e passione per la verità.

Partendo dalla sua infanzia di giovane ebrea in un’Europa invasa dalla follia del nazismo, Alice ci conduce dentro la sua passione per lo studio e la professione di psicoterapeuta, animata dalla determinazione a trovare riposte non solo per i suoi pazienti, ma anche per sé e, in generale, per l’umanità.

E proprio grazie a un travagliato percorso di scoperta personale – attraverso l’espressione creativa e la scrittura – arriva ad abbandonare la piscoanalisi tradizionale e ad elaborare una teoria dirompente, suffragata dall’analisi dei pazienti curati in anni di professione, ma anche dalle ultime scoperte neuroscientifiche. Con coraggio e coerenza, abbandona l’ordine professionale e prosegue l’attività di ricerca e di divulgazione del suo pensiero, pubblicando 13 libri tradotti in molte lingue, scrivendo articoli e rispondendo a migliaia di lettere dei lettori. Persone che, leggendo i suoi testi, hanno riconosciuto tracce e indicazioni della loro verità personale.

Lo spettacolo si conclude con un forte coinvolgimento del pubblico, chiamato in prima persona, con il proprio comportamento, a prendere una chiara e netta posizione contro l’abuso di potere – spesso mascherato e considerato normale – perpetrato dagli adulti sui bambini in tutto il mondo a partire dagli stessi genitori, dalle scuole, dalle istituzioni.

venerdì 17 e sabato 18 gennaio – 20:30
“Il costo di una buona educazione. Il pensiero rivoluzionario di Alice Miller sulle origini della violenza”
Testo: Maria Cristina Origlia
Regia: Paola Albini
Interprete: Babi Campi Falcone
Voce fuori campo: Enrico Ballardini e Bianca Careddu
Biglietto: 10€ + 3€ tessera associativa
Prenotazione obbligatoria: 4parete.atelierteatrale@gmail.com; info@fondazionefrancoalbini.com

Quarta Parete
Stazione del Passante Ferroviario di Milano Porta Vittoria
20137 Milano

Data

Gen 17 2020

Ora

20:30

Luogo

MILANO - QUARTA PARETE
Stazione del Passante Ferroviario di Milano Porta Vittoria, 20137 Milano
Categoria
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages