Calendario degli appuntamenti di Culture Roma

Calendario degli appuntamenti di Roma Culture – Eventi e Spettacoli

Si inaugura una nuova settimana di interessanti appuntamenti di Roma Culture. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulle iniziative offerte dalle istituzioni culturali cittadine e dalle associazioni vincitrici dell’avviso pubblico triennale Estate Romana 2020-2021-2022 e dell’avviso pubblico annuale Estate Romana 2022 “Riaccendiamo la città, insieme” sono disponibili sul sito culture.roma.it e sui canali social di @cultureroma.

Ecco alcuni degli appuntamenti in programma.

APPUNTAMENTI SPECIALI

Si conclude con successo Tokamak – Reattori e contenti, il progetto di Antonio Rezza Flavia Mastrella che, nel corso di 12 serate gratuite in alcuni dei luoghi più suggestivi di Roma, hanno voluto ripercorrere la loro lunga carriera artistica. Il 27 settembre alle 20 alla Casa del Cinema, serata finale a ingresso libero e gratuito per l’ultima proiezione cinematografica della rassegna. In programma c’è Delitto sul Po, antifilm a corpo morto girato sul delta del Po, nel mare di Anzio e a Roma sul Tevere. Alla serata prenderanno parte anche i due artisti. È già sold out, invece, l’ultimo spettacolo teatrale di Tokamak, Anelante, con l’organizzazione del Teatro di Roma – Teatro Nazionale, in scena il 22 settembre alle 20 al Teatro India.

PPP100  ROMA RACCONTA PASOLINI

Nell’ambito delle iniziative a cura delle Biblioteche di Roma, il 27 settembre alle 11 alla Biblioteca Franco Basaglia (via Federico Borromeo 67) riprendono gli appuntamenti della rassegna Alfabeto Pasolini, progetto dedicato al grande artista in occasione del centenario della nascita che attraverso venti parole chiave vuole raccontare la produzione letteraria, teatrale e cinematografica di Pasolini, nell’intento di cogliere i molteplici aspetti della sua opera e della sua biografia. Questa settimana, la parola chiave è Arte e a parlarne sarà Stefano Chiodi

Prosegue fino all’8 ottobre la mostra itinerante Fumetti corsari: La vita, i luoghi, le opere di Pasolini a cura della Fondazione Mario Moderni e della Scuola Romana dei Fumetti, in programma presso la Galleria Moderni (Via dei Banchi Vecchi 39/42). Nell’anno delle celebrazioni per il centenario della nascita dello scrittore, il progetto offre al pubblico fumetti e illustrazioni che rileggono e ripropongono oggi elementi della vita, dei luoghi, delle opere di Pier Paolo Pasolini, realizzate espressamente per l’occasione da parte di grandi nomi quali Massimo Rotundo (Tex), Arianna Rea (Disney U.S.), Emiliano Tanzillo (Dylan Dog), Marco Gervasio (Topolino) ma anche di giovani fumettisti e illustratori. Accesso gratuito contingentato dalle 14 alle 18.

Prosegue PPP 3.0 – Diritto allo scandalo, la manifestazione a cura di Music Theater International che mette in relazione diretta la figura di Pasolini e le principali tematiche della sua poetica con i territori periferici della città di Roma. Due gli appuntamenti in programma questa settimana: il 22 settembre alle 18, presso la Biblioteca Collina della Pace (via Bompietro 16), la presentazione del progetto con gli autori Tomaso Thellung e Alfredo Angelici e lettura di testi di Pasolini a cura del cast dello spettacolo Padre Nostro – diritto allo scandalo che andrà in scena il 25 settembre alle 18.30, al Teatro Biblioteca Quarticciolo (Via Castellaneta 10). Lo spettacolo, docu-teatrale multimediale, è basato su diverse interviste rilasciate da Pasolini e su una raccolta di testimonianze verbali dei cittadini romani raccolte nel corso di alcune “incursioni” in luoghi del Municipio VI (info e prenotazione consigliata al numero 350.0119692 o promozione@mthi.it; acquisto biglietti su https://www.ciaotickets.com/biglietti/padre-nostro-diritto-allo-scandalo-roma).    

TEATRO E DANZA

Presso il Goethe Institut (Via Savoia 15) torna ArteScienza – Ecoforme. Conflitti e solidarietà dell’espressione creativa a cura di CRM – Centro Ricerche Musicali che come ultimi appuntamenti propone il 24 settembre alle ore 10 il workshop di danza-musica con performance Tra corpo e suono con la coreografia di Loredana Parrella e la musica di Marco Giannoni (max 20 partecipanti con iscrizione obbligatoria alla mail: segreteria.artistica@crm-music.it). Seguiranno il 25 settembre due performance a cura della Compagnia ExCursus/Pindoc e le coreografie di Ricky Bonavita: alle 20.30 Urban Dance con la musica di Åke Parmerud e gli interpreti Claudia Pompili e Andrea Di Matteo e alle ore 21 Danza a tratti con la musica di Erik Mikael Karlsson e l’interprete Antonio Taurino. Acquisto biglietti sul posto, consigliata la prenotazione a: info@crm-music.it – 06.45563595 (da lunedì a venerdì ore 10-17).

L’estate si allunga sul palcoscenico del Teatro India con nuovi appuntamenti dedicati alla danza contemporanea a cura del Teatro di Roma – Teatro Nazionale, per arricchire l’offerta estiva della città attraverso un poker di scritture e proposte multidisciplinari rivolte al grande pubblico e ai giovani spettatori. Una piccola polifonia coreografica in quattro momenti di spettacolo che hanno, nel linguaggio del teatro danza e nelle valenze politiche e artistiche del corpo, il propulsore del dialogo tra teatro, arti visive e performance. Appuntamento il 21 settembre alle 21 con un lavoro di ricerca sul concetto di comunità e sull’interazione tra corpo e paesaggio dal titolo If there is no sun, creazione in cui convergono le esperienze dell’artista visivo e regista teatrale romano Luca Brinchi insieme alla cantante e beatmaker italiana di origine liberiana Karima 2G aka Anna Maria Gehnyei e alla performer e coreografa pugliese Irene Russolillo  con i danzatori senegalesi Antoine Danfa e Mapathe Sakho e il performer tunisino Ilyes Triki. Si prosegue con Silvia Rampelli che, il23 e 24 settembrealle 19, propone un’azione site specific sulle condizioni percettive in grado di manifestare la presenza in figura e in danza, Chamber Music, una creazione concepita per la rassegna Buffalo 2022, nell’ambito della ricerca di Habillé d’eau. Sul palco Alessandra Cristiani, Eleonora Chiocchini e Valerio Sirna. Biglietti su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

Prosegue Dancescreen in the land, festival a cura dell’Associazione Canova22 che propone coreografie contemporanee ispirate alle sculture di Antonio Canova in occasione del bicentenario della morte. In programma questa settimana all’Antica Fornace del Canova (via Canova 22) alle ore 19: il 22 e 25 settembre le performance dedicate ad Antonio Canova delle allieve del 1° Biennio Coreografico dell’Accademia Nazionale di Danza, Gaia Calabrese e Natalia Pulido Granada, con la collaborazione di Natalia Gozzano e Ketty Russo; il 27 settembre, a cura del Gruppo E-Motion Canova22, torna Le Maddalene di e con Maria Borgese con musiche dal vivo eseguite da Claudio Capponi. Biglietti su https://canova22.organizzatori.18tickets.it.

Settimana ricca di appuntamenti quella del Romaeuropa Festival che vede in scena le migliori creazioni contemporanee in diversi spazi della Capitale. Si parte il 21 settembre al Teatro Argentina con Room, lo spettacolo di teatro musicale dell’istrionico James Thierréein scena fino al 25 settembre (da mercoledì a venerdì alle 21, sabato alle 19, domenica alle 17),mentre proseguono nei giardini di Villa Medici gli appuntamenti con Le parole delle canzoni, il format ideato dall’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccaniche vede protagonisti i nomi più interessanti della scena pop/urban italiana confrontarsi con alcune tra le migliori firme del panorama letterario contemporaneo. In programma alle 20: i dialoghi di Danno con Zerocalcare (21 settembre), Tutti Fenomeni con Veronica Raimo (23 settembre) e Giovanni Truppi con Giulia Caminito (24 settembre). Negli spazi del Mattatoio arriva dal 22 al 24 settembre la danza di Radouan Mriziga che affida ad Akal la ricostruzione della storia e della memoria collettiva degli indigeni del Nord Africa (giovedì e venerdì alle 21, sabato alle 19); mentre nei giardini di Villa Medici dal 23 al 25 settembre alle 18l’opera site-specificitinerante del coreografo francese Noé Soulier Passages che si confronta con le architetture e la storia dell’Accademia di Francia a Roma. In programma anche Yishun is burning (24-25 settembre alle 21), la performance dell’artista Choy Ka Fai che apre la sezione Digitalive con un lavoro che tiene insieme i linguaggi della scena vogueing e queer asiatica. All’Auditorium Parco della Musica il 25 settembre alle 17 il compositore e regista tedesco Heiner Goebbels si confronta con uno dei più grandi talenti dell’arte europea del XX secolo, Henri Michaux, inLiberté d’actionDoppio appuntamento il 26 settembre: al Teatro Argentina alle 18, Carlo Infante presenta il libro Performing Media, un futuro remoto. Il percorso di Carlo Infante tra Memoria dell’Avanguardia e Transizione Digitale a cura di Gaia Riposati e Massimo Di Leo (Editoria & Spettacolo) mentre al Mattatoio alle 21 la compagnia Bartolini/Baronio si interroga sul senso di comunità con 6900Km_Esercizi sull’abitare #3. Chiude la settimana il 27 settembre alle 21 Madrigals, il lavoro del regista Benjamin Abel Meirhaeghe che ricomponeiMadrigali Guerrieri et Amorosi di Claudio Monteverdiin differenti sequenze di variazioni musicali e coreografiche. Biglietti acquistabili su https://romaeuropa.vivaticket.it.

Il 22 e 23 settembre alle 18.30 Mino Manni e Marta Ossoli accompagnati al violino da Silvia Mangiarotti saranno sul palco del Gigi Proietti Globe Theatre Silvano Toti con I volti dell’amore di Shakespeare, un viaggio alla scoperta di quel sentimento unico, misterioso e inafferrabile che nessuno come William Shakespeare ha saputo restituire così meravigliosamente in tutta la sua complessità e altezza. Fino al 25 settembre, inoltre, va in scena il Macbeth di William Shakespeare diretto da Daniele Salvo con Graziano Piazza e Melania Giglio (dal mercoledì al venerdì ore 21, sabato e domenica ore 18). Biglietti online su https://www.ticketone.it.

La Fabbrica dell’Attore presenta dal 26 settembre al 2 ottobre al Teatro Vascello (Via Giacinto Carini 78) Tebe al tempo della febbre giallala prima nazionale dell’ultimo spettacolo di una delle più importanti compagnie teatrali del mondo, Odin Teatret,con sede a Holstebro (Danimarca) fondata nel 1964 dal regista italiano Eugenio Barba. È il giorno dopo l’ultima battaglia. La guerra tra i due figli di Edipo per il dominio di Tebe è terminata. La ribelle Antigone è stata punita per non aver rispettato le leggi della città. Le famiglie seppelliscono i morti tra i quali si aggira il fantasma di Edipo. Creonte e Tiresia predispongono la pace. La Sfinge risale sul trono. Per i giovani è primavera, tempo di innamoramenti. Il futuro è frenesia di sole e oro: una febbre gialla. Sul palco, con la regia di Eugenio Barba, Kai Bredholt, Roberta Carreri, Donald Kitt, Iben Nagel Rasmussen, Julia Varley. Lo spettacolo rappresenta la conclusione del lungo lavoro svolto dalla compagnia in questi quasi 60 anni di teatro che hanno condizionato intere generazioni di registi, attori e artisti di tutto il mondo. Dal lunedì al venerdì alle 21, sabato alle 19, domenica alle 17. Info su www.teatrovascello.it.

MUSICA

In collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali,musica e archeologia si incontrano in uno scenario unico, per svelare le rispettive meraviglie attraverso spettacoli secondo natura. È la prima edizione del Roma Unplugged Festival dal 23 al 25 settembre all’interno del Parco Archeologico dell’Appia Antica. Presso il Complesso Monumentale di Villa dei Quintili (via Appia Nuova 1092), tre giorni di concerti, dibattiti, un live all’alba e visite guidate; un’occasione unica per il pubblico per scoprire o riscoprire uno dei paesaggi più suggestivi della città. La manifestazione prende il via il 23 settembre alle 21 con la straordinaria poetica di Vinicio Capossela che propone il suo nuovo live Quo Vadis Homine. Il 24 settembre alle 17 un viaggio musicale di 4 km alla scoperta dei tesori dell’Appia Antica con la P-Funking band: accompagnati dagli archeologi del Parco, un concerto itinerante da Villa di Massenzio (via Appia Antica 153) a Villa dei Quintili tra archeologia, jazz e funk. Chiude la giornata alle 21 Gegè Telesforo con un concerto speciale che unisce il repertorio e l’esperienza dell’artista alla voce di Daniela Spalletta e all’energia di quattro giovani musicisti: Domenico Sanna (piano); Michele Santoleri (batteria); Pietro Pancella (basso); e Christian Mascetta (chitarra). Tra i più grandi innovatori dell’arte percussiva di tutti i tempi, il concerto all’alba del 25 settembre alle 7 vede protagonista Trilok Gurtu alla cui straordinaria vivacità ritmica si unisce sul palco il suono del trio d’archi classico completamente rivisitato di Arkè String Trio. Nel pomeriggio, alle ore 18.30, il talk gratuito Italia Nostra incontra Ascanio Celestinidedicato alla cura del patrimonio culturale e condotto dal Direttore del Parco Archeologico dell’Appia Antica Simone Quilici. Il festival si chiude alle ore 21 con il concerto di Maria Pia De VitoFabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello dal jazz al grande songwriting indipendente, passando per ballad di intenso lirismo. Biglietti: https://bit.ly/3QOqO4E.

Dal 23 al 30 settembre torna il Roma Festival Barocco, giunto alla sua XV edizione. A cura dell’Associazione musicale Festina Lente, un interessante ciclo di concerti nelle chiese barocche della Capitale il cui filo conduttore, quest’anno, è Roma e Napoli: un incontro fra due realtà musicali testimoniato dalla migrazione di artisti e unite dal comune orientamento stilistico teso a integrare i dettami della tradizione e le necessità espressive della modernità. Si parte il 23 settembre alle 21 nella Chiesa di Santa Maria Maddalena (Piazza della Maddalena 53) con Le Sonate per violoncello e basso ‘miniate’ da Pier Leone Ghezzi eseguite da Rebeca Ferri (violoncello barocco) ed Elisabetta Ferri (cembalo); il 24 settembre si resta nella Chiesa di Santa Maria Maddalena, sempre alle 21, per Mille fughe, pause e riprese con Enrico Baiano al clavicembalo; il 25 settembre alle 19.30 presso la Basilica di Sant’Apollinare (Piazza di Sant’Apollinare 49) appuntamento con Una ricostruzione liturgico-musicale nel Seicento. Gaetano Veneziano (1665-1716): Messa a 5 voci e ripieni (1693); Litanie della Beata Vergine Maria a 5 voci (1693). Prima esecuzione in tempi moderni con l’Ensemble Festina Lente diretto da Michele Gasbarro; il 27 settembre alle 21 la Chiesa di Santo Stefano del Cacco (Via di Santo Stefano del Cacco 26) ospita Alessandro Scarlatti: musicista fra Napoli e Roma. Le Cantate inedite a Napoli e Roma, concerto per clavicembalo eseguito da Amaya Fernandez Pozuelo. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Appuntamento al Teatro India,nell’ambito dei nuovi appuntamenti dedicati alla danza contemporanea a cura del Teatro di Roma – Teatro Nazionale, con la musica live di due rapper romani di Ostia, Merrick Petross, che il24 settembrealle ore 21 accenderà lo spazio esterno del Teatro con i loro brani dal rap trap fino al pop e all’afrobeat, intrisi di soul e r&b rimanendo sempre ancorati alle loro radici black. Dopo aver mosso i primi passi durante il lockdown con il brano Volava con le Parole dove dipingono Ostia, il luogo in cui sono cresciuti, con tinte inconsuete e inedite, i due artisti continuano i featuring e le collaborazioni conquistando diversi palchi e aperture di concerti importanti, facendosi notare per il loro impegno sociale e culturale (ingresso gratuito).

Fino al 1° ottobre l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in collaborazione con l’Ambasciata d’Ucraina in Italia e il sostegno del Ministero della Cultura, al fine di manifestare la propria vicinanza e solidarietà al popolo ucraino, ospiterà il Festival “Insieme”. Note di Pace per l’Ucraina e nell’arco di dodici giorni propone al pubblico (gratuitamente previa prenotazione sul sito www.santacecilia.it) sei concerti ospitati all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. La rassegna, inaugurata il 20 settembreprosegue il 22 settembre alle ore 19.30 in sala Santa Cecilia con il concerto dell’oboista Francesco Di Rosa, primo oboe dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, che proporrà brani di Shevchenko, Mozart, Elgar e due concerti per oboe di Vivaldi e Albinoni. Il 25 settembre alle 11.30 in Teatro Studio si passa alla grande letteratura pianistica con musiche di Bach, Beethoven, Schumann e il brano Angel del compositore ucraino Maxim Shalygin (1985) eseguiti dal giovane Antonii Baryshevskyi (1988). Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Continuano gli appuntamenti del Teatro Tor Bella Monaca con Music Fest. Nell’Arena Esterna, in programma il 22 settembre alle ore 21 c’è Munedaikoin L’arte del Taiko per riscoprire frammenti del Giappone antico attraverso la pratica e la valorizzazione del tamburo tradizionale giapponese. Il 23 settembre alle 21 Zenia presenta Suoni e storie di un paese immaginario alla scoperta di una comunità sospesa tra favola e metafora. Il 24 settembre alle ore 21 Era il 38 luglio e faceva molto caldo. Una cosa sugli Squallor, un viaggio tra canzoni, recitati e sbeffeggiamenti del gruppo che ha sfidato il panorama musicale italiano da un’idea di Fabio Fantini sul palco con Fabrizio Checcacci (regia e voci raccontanti, recitanti, cantanti) e Alberto Cavaciocchi (chitarra, elettrotecnici e spilloni). Infine, il 25 settembre alle ore 21 appuntamento con Ciao Amore Ciao. Un’inchiesta su Luigi Tenco presentato dalla compagnia Asini Bardasci. Info dettagliate sul sito: www.teatrotorbellamonaca.it.

Riprendono all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone i grandi concerti in cavea del Roma Summer Fest. Il 21, 23 e 24 settembre appuntamento con le tre date della tappa romana del Back to the future Live Tourdella cantanteElisa,una vera e propria festa itinerante pensando al futuro del nostro pianeta. Il 26 settembre appuntamento con l’attesissimo show rap di uno dei massimi esponenti dell’hip hop italiano Fabri Fibra.Il 25 settembre, inoltre, è in programma Stefano, una serata speciale in memoria di Stefano D’Orazio, con tanti ospiti tra cui Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian, Riccardo Fogli e, super ospite, Fiorello. Concerti ore 21. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Si chiude il 22 settembre nel cortile del Convitto Vittorio Locchi, all’interno del complesso di via Carlo Spinola La musica è una cosa meravigliosa, la stagione concertistica della Roma Tre Orchestra. Alle 21, appuntamento all’insegna della musica d’oltralpe con From France, with Love, con pezzi di Debussy, Ravel e Franck eseguiti da Alessandro Guaitolini al violoncello e Slava Guerchovitch al pianoforte. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Si conclude il 25 settembre al Teatro Ciak Roma (Via Cassia, 692) la rassegna gratuita Ciak si suona! curata dall’associazione socio-ambientale Ponte Milvio, che intende valorizzare il particolare settore della composizione di musica per il cinema. Di seguito, gli ultimi appuntamenti in programma alle 21: il 23 settembre concerto del Duo Gaudio Simonacci composto da Fabiola Gaudio (violino) e Marco Simonacci (violoncello) che eseguiranno musiche di grandi compositori dal Settecento al Novecento impiegate nelle opere cinematografiche; il 24 settembre è in cartellone il Virtutis Brass Quintet, quintetto di ottoni composto da Valerio Villani (tromba), Alessandro Rosi (tromba), Francesco Massimiani (corno), Aldo Maria Taggeo (trombone) e Renzo Perazzi (tuba) che eseguiranno un programma incentrato sul periodo post romantico intervallato dai movimenti American Images che evocando sonorità jazz e blues del nord America e dell’ America latina daranno una impronta musicale speciale a tutto il concerto. In chiusura, il 25 settembre, Allen Movie Music, concerto con Luca Velotti (sax), Michele Ariodante (chitarra) e Gerardo Bartoccini (contrabbasso) che proporranno al pubblico le colonne sonore dei film più celebri del regista Woody Allen con l’esecuzione di brani che esplorano molti dei sottogeneri jazz: Gipsy Jazz, New Orleans Jazz, Free Jazz e Ragtime. Ingresso libero fino a esaurimento posti (circa 700). Prenotazione obbligatoria: info@teatrociakroma.it – 06.3324 9268 (i concerti del 23 e 25 settembre saranno preceduti, alle ore 18.30, da una prova generale aperta al pubblico).

Continua al Parco del Celio Jazz&Image Live@Colosseo 2022, la manifestazione musicale a cura dell’Associazione culturale Sound & Image. Tra gli appuntamenti in cartellone alle 21.30 concerti di Media res (21 settembre), Santi Scarcella (22 settembre), Jean Pierre Como trio (23 settembre), Giulio Todrani (24 settembre) e Mauro Bottini con la Buddy’s Place Big Band (25 settembre). In programma, inoltre, Piji con la The Emmet Ray Manouche Orkestra (26 settembre) e il concerto di Eftekasat (27 settembre)È possibile prenotare inviando una mail a prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com. L’acquisto dei biglietti è presso il botteghino della manifestazione.

Proseguono gli appuntamenti in musica di Parco Schuster, a cura dell’associazione Remuria. Tra gli eventi in programma, il 23 settembre alle 23, direttamente dai Massive Attack, Daddy G djset; il 27 settembre alle 19, Swing & Soda, lezione di prova gratuita di swing e a seguire social dance. Ingresso gratuito.

CINEMA

Dopo la pausa estiva, torna al Nuovo Cinema Aquila (Via l’Aquila, 66/74) Binario 5 – Fellini, Germi e Pasolini, tra clown, ferrovieri e ragazzi di vita, la manifestazione a cura di RTI Cinema Mundi Cooperativa Onlus Associazione Culturale Prometeo Lab che questa settimana propone: il 23 settembre il film Sei nudo di Irme Gyongyossi; il 24 settembre, Querelle de Brest di Rainer Werner Fassbinder. Seguono tre serate dedicate a Pasolini: il 25 settembre in programma i documentari L’onda lunga di Francesco Ranieri Martinotti e Becoming Salomè di Monica Maurer; il 26 settembre Le Mura di Sana’a e La ricotta diretti da Pasolini e a seguire il documentario Pasolini e… la forma della città di Paolo Brunatto; il 27 settembre in programma il film Salò e le 120 giornate di Sodoma sempre diretto da Pasolini. Inizio proiezioni ore 20.30. Ingresso gratuito contingentato.

Si conclude il 28 settembre il Silent Rome Festival a cura dell’Associazione culturale Roerso Mondo: il primo festival multidisciplinare completamente “Silent” della capitale. Tra gli eventi in programma, il 22 settembre alle 21 in Piazza Santa Maria Consolatrice proiezione di Diabolik dei Manetti Bros, alla presenza dei registi e degli attori Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea. Il 24 settembre alle 20.45 a Villa Farinacci (Viale Rousseau 90) verrà proiettato Atlantide, documentario presentato alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia 2021 di Yuri Ancarani che presenzierà con parte del cast; il 25 settembre alle 20.45 sempre a Villa Farinacci proiezione di Freaks Out e incontro con il regista Gabriele Mainetti. Gli eventi sono gratuiti con prenotazione consigliata tramite form sul sito della manifestazione www.silentromefestival.com.

Presso il laghetto di Villa Ada si conclude Floating Theatre Summer Fest a cura dell’Associazione culturale Playtown Roma. Gli ultimi appuntamenti vedranno le proiezioni: Piccolo corpo di Laura Samani (21 settembre), Romanzo radicale – Io sono Marco di Mimmo Calopresti che introdurrà il film insieme al cast (22 settembre), Gianni Minà – una vita da giornalista di Loredana Macchietti che introdurrà il film insieme ad altri ospiti (23 settembre), Nostalgia di Mario Martone che introdurrà il film (24 settembre). Chiuderà la manifestazione, il 25 settembre, La pantera delle nevi di M. Amiguet / V. Munier. Inizio proiezioni alle ore 20.30. Biglietti online su https://www.ticketgate.it.

La nuova settimana di Casa del Cinema si apre con un’importante iniziativa: il 21 settembre prende il via la tre giorni del Festival del Cinema Ibero-Latino Americano – Da Trieste a Roma, rassegna che fino al 23 settembre, presenterà una selezione di film provenienti dall’edizione 2021 dello storico Festival triestino (FestCILATS). Sei saranno le pellicole che gli spettatori potranno ammirare grazie alla preziosa collaborazione nata tra l’Apclai – Associazione per la Promozione della Cultura Latino Americana in Italia, la Casa del Cinema e la Fondazione Treccani. Si parte con il documentario spagnolo Angeles con espada di Javier Rioyo Jambrina (21 settembre ore 18.30) e con il dominicano Malpaso di Héctor Valdez, vincitore del Premio Speciale della Giuria (21 settembre ore 20.30). Si prosegue il 22 settembre con il documentario Buñuel, un cineasta surrealista di Javier Espada (ore 18.30) e con la co-produzione ispano-cubano-colombiana Entre perro y lobo di Irene Gutiérrez (ore 20.30), per poi chiudere la programmazione il 23 settembre con il vincitore della 37° edizione del Festival La mirada incendiada di Tatiana Gaviola (ore 18.30) e con il film pluripremiato Mapa de sueños latinoamericanos di Martín Weber (ore 20.30).

A seguire, nel fine settimana del 23 e 24 settembre, torna l’appuntamento imperdibile con la rassegna Heimat l’integrale, la monumentale opera del regista Edgar Reitz per la prima volta visibile per intero (ogni fine settimana fino al 18 dicembre) grazie all’impegno della Casa del Cinema, della casa distributrice Viggo e del Goethe-Institut Rom. Dopo il weekend d’esordio si prosegue con gli episodi 2 (24 settembre), 3 e 4 (25 settembre) della prima stagione Heimat – Una cronaca tedesca, entrambi alle ore 20.

Infine, sempre dal fine settimana, spazio alla terza edizione del Biopic Fest, la rassegna di cinema biografico e documentario proveniente da tutto il mondo. Nelle sale di Casa del Cinema e nell’adiacente Cinema dei Piccoli si alterneranno, fino al 28 settembre, le 38 pellicole che compongono il programma. Novità dell’anno, la sezione Incontri, dedicata quest’anno al tema dello sport con ospiti l’ex calciatore Beppe Signori (24 settembre ore 21.45) e l’alpinista Simone Moro (28 settembre ore 21).

Infine, ci sarà tempo fino all’11 ottobre, per visitare la mostra Il cinema in uno sguardo, la personale dell’artista disegnatore Luca Musk, curata dal critico Plinio Perilli, che rende omaggio al cinema italiano e internazionale attraverso 120 lavori grafici dedicati a immagini iconiche del passato accuratamente rielaborate dall’artista grazie alle tecniche tradizionali e in digital art (visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 20).

Nel quartiere Pigneto si conclude nel fine settimana la V edizione del Pigneto Film Festival, organizzato da Preneste Pop srl. Tra gli ultimi appuntamenti in programma, la proiezione di diversi documentari proposti da Green Zone, la speciale sezione del festival dedicata al tema della sostenibilità ambientale. Appuntamento al Nuovo Cinema Aquila (Via l’Aquila 66/74) il 21 settembre dalle ore 21 e al Cinema Avorio (Via Macerata 12) il 22 settembre dalle 20 e il 23 settembre dalle 21. La giornata conclusiva del festival, il 24 settembre, vedrà dalle ore 18 alle 20 al Cinema Avorio la proiezione di cortometraggi per la rassegna The Winner iscui seguirà dalle ore 20.30 la presentazione dei 5 cortometraggi in gara per il Premier Pigneto Film Festival. Infine, dalle ore 23 in poi, a Largo Venue (Via Biordo Michelotti 2) si terrà l’evento di chiusura della manifestazione all’insegna della musica e del divertimento in compagnia di tutti i partecipanti della V edizione del Pigneto Film Festival. L’ingresso alle proiezioni e agli eventi è gratuito fino a esaurimento posti. Sarà possibile prenotare sulla pagina dedicata https://www.prenotaunposto.it/pignetofilmfestival.

The event is finished.

Data

21 - 27 Set 2022
Expired!

Maggiori informazioni

Link

Luogo

ROMA - VARIE SEDI
00186 Roma
Categoria
Link