Urania: “Compratemi tutta” di Jack Williamson

Urania: "Compratemi tutta" di Jack Williamson

La ragazza era incatenata alla macchina distributrice, il suo richiamo lamentoso si perdeva nella vastità dell’atrio dell’aereoporto.

Ehi, voi… C’è nessuno che voglia comprarmi?… Forse voi, signore? – disse a uno degli assonnati passeggeri appena sbarcati dal jet di Kansas City, fissandolo coi suoi grandi e conturbanti occhi azzurri.
Compratemi voi… compratemi tutta… vedrete che vi piacerò… – Philip Chimberley si fermò, la guardò, inghiottì a fatica.
Sulla macchina distributrice, una stereoscopica insegna luminosa diceva: “Ghislena Compratela subito non e’ un robot”… che cos’e’?

Uno dei poli della narrativa di Jack Williamson è una profonda quanto misteriosa familiarità con gli usi e i costumi degli androidi, un’acutissima sensibilità per la loro psicologia.
L’altro polo è un “senso del Cosmo” portato a limiti insuperati e forse insuperabili di spettacolarità.
Entrambi i poli sono rappresentati in questa e nella precedente raccolta (“La Stazione della Stella Morta“, Urania n.773) delle maggiori storie di uno dei maggiori maestri della fantascienza.

INDICE
“L’ugualizzatore” / “The Equalizer”
“Venditore ambulante” / “The Peddler’s Nose”
“La più felice delle creature” / “The Happiest Creature”
“Il freddo occhio verde” / “The Cold Green Eye”
“Operazione gravità” / “Operation Gravity”
“Visita alla mamma” / “Jamboree”
“Bel tuffo, ragazzo” / “The Highest Dive”
“Compratemi tutta” / “Guinevere for Everybody”

Anno: 1979
Collana: Urania
Numero: 775
Editore: Mondadori
Autore: Jack Williamson
Titolo: Compratemi tutta
Titolo originale: The best of Jack Williamson (1978)
Copertina: Karel Thole

Articolo realizzato a cura di Redazione Cultura

Urania: "Compratemi tutta" di Jack Williamson