L'Estate romana del Festival della Comunicazione

L’Estate romana del Festival della Comunicazione

Il Festival della Comunicazione quest’estate è protagonista non solo a Camogli e in Liguria ma anche a Roma. Alcuni dei più importanti appuntamenti dell’Estate Romana 2022 vedranno sul palco personalità di spicco della cultura italiana come Stefano Massini, Maurizio Bettini e Mario Tozzi.

Il primo appuntamento, che inaugura il cartellone di eventi speciali gratuiti dell’Estate Romana, è al Campidoglio per domenica 26 giugno alle ore 21:00. “Il Campidoglio e le sue storie” è l’evento inedito di e con Stefano Massini, recente vincitore come Best Play ai Tony Awards 2022 (primo italiano in assoluto), che vedrà un insolito dialogo con la piazza circostante, secolare custode di aneddoti e scenario di infiniti fatti e misfatti. L’evento nasce da un’idea di Stefano Massini e Danco Singer, è prodotto da Frame-Festival della Comunicazione con le musiche eseguite dal vivo di Stefano Corsi. Stefano Massini sarà protagonista di un insolito e originale monologo-dialogico capace di ammaliare il pubblico e di dare voce alla storica piazza romana: la vecchia signora – con le sue architetture e le sue sculture che si prestano non solo come perfette quinte teatrali, ma che diventano protagoniste e interlocutrici -si racconta, fiera di ricostruire fatti e misfatti di cui nei secoli è stata scenario. Si dipana così una matassa di aneddoti curiosi che coinvolgono gente comune e grandi personaggi, eventi epocali e quotidianità verace. Un racconto animato dalla voce di Stefano Massini e accompagnato dalle note dell’arpa celtica di Stefano Corsi, in cui si intrecciano eventi storici noti e particolari sconosciuti, in un susseguirsi di suoni, colori e colpi di scena.

Venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 ottobre sarà invece la volta di “Essere Enea, Essere Romolo, Essere Numa – tre eroi culturali romani”, una tre giorni all’Auditorium dell’Ara Pacis che è anche un ciclo di conferenze che avrà come protagonista Maurizio Bettini con la partecipazione di Jacopo Rampini. Da un’idea di Maurizio Bettini e Danco Singer e prodotto da Frame-Festival della Comunicazione, il ciclo consiste di tre reading per raccontare Roma che fu per molti secoli “la” città per eccellenza, recuperando storie, leggende, narrazioni sulle quali si è fondata l’identità di una comunità, di una istituzione capace di dominare il mondo, di un crogiuolo di civiltà e di cultura. Maurizio Bettini, con viva capacità affabulatoria, incalzato dagli aneddoti, dalle curiosità, dalle letture di Jacopo Rampini, dà voce ogni sera a un personaggio diverso: Enea, Romolo, Numa, tre eroi culturali della Roma delle origini prenderanno la parola per raccontare in prima persona le vicende che sono state loro attribuite dalla tradizione. Storie antichissime e leggendarie, alcune affidate alla tradizione orale, altre documentate e trascritte in opere che ancora oggi leggiamo. Un’occasione per “riprendersi” la città, respirare la sua storia, per imparare ad amarla e a rispettarla a partire dal racconto dalle sue origini, dalle sue tradizioni, le sue consuetudini che si riverberano ancora nel tempo.

E l’Estate Romana del Festival della Comunicazione prosegue poi con “Transizioni” da venerdì 14 a domenica 16 ottobre presso la Biblioteca Laurentina. Un evento curato da Mario Tozzi e prodotto da Frame-Festival della Comunicazione, un festival dedicato alla cultura della sostenibilità a Roma, la città che fin dalla notte dei tempi tiene insieme cultura e ambiente: il contesto ideale per raccogliere, sotto la cura scientifica di Mario Tozzi, scritture, racconti e happening musicali che, partendo dall’ambiente e dalle tematiche ecologiche, spaziano fino alla letteratura, all’archeologia e alla filosofia, tenendo conto del territorio e legandosi alla cultura necessaria alla sostenibilità ambientale. Respirare, bere, nutrirsi, riscaldarsi, illuminarsi, curarsi, spostarsi e attrezzarsi: ognuna di queste attività diventa sempre più critica. Per troppo tempo l’umanità ha considerato l’ambiente come un mero contenitore di risorse, una riserva di cibo senza fine e una pattumiera con illimitate capacità di autodepurazione. La transizione ecologica, e non solo energetica, è per questo diventata un obbligo per il mantenimento delle vite e del benessere di tutti noi. “Transizioni” è l’occasione per riflettere e per costruire una nuova consapevolezza culturale ambientale.

Immagine in evidenza
Stefano Massini

Data

07 - 09 Ott 2022

Ora

08:00

Maggiori informazioni

Link

Luogo

ROMA - VARIE SEDI
00186 Roma
Categoria
Link

Prossimo avvenimento